IL NOSTRO PRESIDIO: DIETRO LE QUINTE

Buonissime!

È ottobre, la stagione della raccolta è finita, gli alberi si stanno mettendo a riposare e il magazzino brilla di barattoli appena riempiti di frutti dorati, pronti per essere spediti a voi.

Pesche sciroppate Samperi, Presidio Slow Food. È ora che vi riveli qualche segreto che sta dietro la loro produzione e la loro bontà. I nostri clienti stimano molto la loro consistenza e profumo, notando che sembrano veramente pesche fresche:

“Queste pesche sono buonissime, profumano e soprattutto hanno consistenza: non sono molli al palato come ci si attenderebbe dalla frutta sciroppata.” (Ruggero Farina, cliente di Amazon).

“Le pesche fanno profumo di pesca e già è un evento raro, sono morbide ma anche croccanti, lo sciroppo non ne copre il sapore e la consistenza invita a mangiarne una dietro l’altra”. (linkbc, cliente di Amazon).

Come ci riusciamo?

Per spiegare il nostro segreto, forse basterebbe dire che le facciamo come le farebbe vostra nonna. È così perché siamo una piccola azienda, e riusciamo a controllare ogni passaggio di produzione come se il tutto fosse fatto in casa.

La nostra Pesca nel Sacchetto, Presidio Slow Food, viene raccolta al momento giusto, quando è già matura e dolce ma ancora compatta, perfetta per essere messa sotto sciroppo. Così nel barattolo rimane buona e croccante.

Una volta raccolte, le pesche vengono portate nel laboratorio di produzione, sempre nella nostra azienda biologica, a km 0 dai campi, e vengono processate subito.

Vengono pelate a mano. È uno dei principi di produzione a cui teniamo tantissimo. Così conserviamo il loro profumo inconfondibile e la loro consistenza, che inevitabilmente si perderebbero con la pelatura chimica usata nella produzione industriale.

Lo sciroppo: dolce ma non troppo. Il giusto per conservare le pesche ma evitare troppi zuccheri e lasciare il gusto del frutto invariato.

La fase finale è la pastorizzazione. È importante perché garantisce la sicurezza dei nostri clienti.

Così nasce la pesca sciroppata Samperi, che sembra pesca appena sbucciata. Assaggiatela e diteci se siete d’accordo! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *